Algodistrofia algodistrofia.it

L’Algodistrofia altrimenti nota anche con il nome di sindrome da dolore regionale complesso (CRPS), è una patologia rara che si manifesta con dolore alle estremità degli arti, quindi interessa principalmente mani e piedi, solitamente compare in seguito ad un trauma.

I dolori che provoca la CRPS generalmente non passano facendo uso di antidolorifici o antinfiammatori generici, e anche se l’inizio del dolore combacia con il trauma, quest’ultimo non ne è la causa, ma solo il fattore scatenante.

Generalmente chi è affetto da CRPS si accorge di soffrirne solo in seguito ad accurati accertamenti sul protrarsi del dolore, che rispetto al trauma iniziale dovrebbe essere svanito.

La Algodistrofia può essere di tipo 1 oppure di tipo 2, nella prima si manifesta con solo dolore, mentre nella seconda sono presenti anche alterazioni ossee, cutanee e/o muscolari.

Le zone del corpo colpite da CRPS subiscono in genere un’alterazione della temperatura corporea, registrano eccessiva sudorazione, la presenza di edema ed il controllo motorio è anomalo.

L’Algodistrofia tende ad interessare maggiormente le donne rispetto a gli uomini, e si presenta generalmente fra i trenta ed i cinquanta anni, molto rare le manifestazioni in adolescenti e bambini.

Attualmente non è ancora disponibile una vera e propria terapia per la cura della CRPS, ma sono in atto degli studi su eventuali farmaci che possono migliorare le condizioni dei pazienti, uno di questi vede prevedrebbe l’uso della ketamina.
La terapia vorrebbe bloccare il dolore che questa sindrome provoca, ma terapie a base di antidolorifici, antinfiammatori o cortisone non hanno ottengono grandi risultati, il loro effetto svanisce velocemente.

Viene adottata la fisioterapia per ridurre gli effetti che il non impiego dell’arto provocano, naturalmente è necessario prima riuscire a ridurre il dolore, in quanto la fisioterapia quando il dolore è più acuto non sarebbe praticabile.